Afidi i pidocchi delle piante come combatterli

 

Gli afidi conosciuti anche come pidocchi delle piante sono parassiti lunghi dai 2 ai 3 mm,si trovano in fitte colonie e si riconoscono dal colore che va dal verde chiaro al bruno.I germogli che vengono attaccati si deformano. Gli escrementi di questi parassiti favoriscono la formazione di funghi che si sviluppano sulle foglie deturpando la chioma della pianta fino al progressivo disseccamento delle foglie.Attaccano rose,orchidee,carota,ciliegio,susino,tagete,aquilegia e il cavolo (per conoscere meglio se la vostra pianta rientra tra quelle che vengono attaccate basta consultare le schede alfabetiche)

Come combatterli

Sono tra i più comuni parassiti sia in giardino che in casa.Si possono combattere utilizzando prodotti a base di piretrine sintetiche .Molto utilizzato e’ il Pirimicarb ,che ha un azione trans laminare ossia se applicato sul margine superiore della foglia si trasloca sulla pagina inferiore uccidendo i pidocchi che si annidano.Solitamente i trattamenti vengono ripetuti 3 volte per stagione.Se comunque l’ insediamento non e’ molto diffuso potete asportare i parassiti con un batuffolo di cotone imbevuto in alcol .Il momento migliore per utilizzare i prodotti chimici e’durante la mattina o la sera in assenza di vento.Non toccare la pianta trattate a mani nude ,ne mangiare frutta o ortaggi prima della scadenza del periodo di interdizione indicato sulla confezione.Eseguite anche un trattamento durante il periodo invernale dove le attività fisiologiche delle piante e dei suoi ospiti sono arrestate in modo da eliminare parassiti e uova deposte .